Guida Tesla - Come faccio a caricare correttamente la mia Tesla?

Sei l'orgoglioso proprietario di una Tesla, stai pensando di ordinare una Tesla o ne hai già ordinata una? Qui puoi scoprire come caricare una Tesla e quali suggerimenti ci sono per conservare la batteria o caricarla nel modo più efficace possibile.

  1. Regole di base da seguire durante la ricarica di un'auto elettrica.
  2. Come faccio a caricare la mia Tesla a casa?
  3. Quanto è buono il connettore a parete Tesla?
  4. Come faccio a caricare la mia Tesla in movimento?
    ___________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
1. Regole di base che dovrei seguire durante la ricarica di un'auto elettrica.

Il problema più critico con le auto elettriche è l'autonomia. Per ottenere una lunga autonomia da un'auto elettrica il più a lungo possibile, è consigliabile tenere conto del corretto schema di ricarica. Ciò protegge la batteria e il degrado è inferiore rispetto a una ricarica rapida frequente.

Abbiamo i seguenti suggerimenti per te:

  • Addebito superiore al 90% solo immediatamente prima del viaggio e solo se non è altrimenti sufficiente per il viaggio pianificato.
  • Al di sotto del 20% (zona gialla) non dovresti parcheggiare l'auto elettrica senza possibilità di ricarica.
  • Al di sotto del 7% (area rossa) non dovresti mai lasciare la tua auto elettrica durante la notte poiché potrebbe scaricarsi.
  • Una batteria per auto elettrica si sente più a suo agio nell'intervallo del 20-80%.
  • Più lentamente si carica, meglio è per la batteria.

Se segui queste regole e segui lo schema di carica appropriato, la tua batteria ti ringrazierà con un leggero degrado. A poco a poco, però, ogni batteria perde la sua capacità a causa dell'usura del materiale e della scarica e carica degli elettrodi.

2. Come faccio a caricare la mia Tesla a casa?

A casa puoi caricare la tua Tesla come qualsiasi altra auto elettrica con una normale presa domestica o una wall box.

Lo Schuko (Germania/Austria) o il T13 (Svizzera) si caricano monofase con max 10A. Alcune famiglie hanno anche una presa industriale (blu, CEE16, monofase, 16A). Questi "metodi domestici" proteggono la batteria dell'auto, poiché le celle vengono caricate gradualmente a causa della bassa capacità di carica di un massimo di 3kW e la batteria non si surriscalda. Naturalmente, ci sono anche alcuni svantaggi:

  • Elevate perdite di carica dovute al riscaldamento dei componenti di carica e alla resistenza elettrica di cavi e spine. Le perdite di carica qui sono comprese tra il 15 e il 20%. Nel peggiore dei casi, la presa brucia perché non è sufficientemente protetta per i lunghi cicli di carica.
  • Il computer della Tesla è costantemente attivo e questo consumo di energia aggiuntivo si somma alle molte ore di ricarica molto lenta.
  • La batteria non si scalda molto a seconda della temperatura ambiente e non viene caricata nell'intervallo di temperatura ottimale.
  • Sui modelli Model S e Model X precedenti: carico elevato sul modulo di memoria (eMMC). Poiché il computer è sempre attivo, anche il chip di memoria viene scritto in modo permanente su.

Ricarica da una wall box o da una stazione di ricarica CA. La tua auto elettrica si sentirà molto più a suo agio con queste opzioni di ricarica. La velocità di ricarica più delicata è compresa tra 11 e 16,5 kW. A 12-14 ampere, l'efficienza di carica è maggiore rispetto a 16 ampere. A 14 ampere dovrebbe essere tra il 92-94%, a 16 ampere di solito è poco meno del 90%. Quindi, se hai tempo e puoi caricare in tre fasi, dovresti caricare con 12 ampere anziché 16 ampere. Tuttavia, il caricabatterie UMC2 fornito da Tesla, disponibile dal 2019, può eseguire solo la ricarica monofase con un massimo di 3,7 kW.

3.Quanto è buono il Wall Connector?

In poche parole: se stai cercando una wallbox semplice ma ben funzionante per caricare la tua Tesla, la troverai al Tesla Wall Connector. Ma se stai cercando tutti i vantaggi di una wallbox moderna per la tua casa , dovresti anche cercarne di migliori come proprietario di una Tesla Cerca delle alternative.

Cosa può fare il connettore?

Il connettore a muro di Tesla può fare quello che dovrebbe fare. Con il cavo di ricarica integrato in modo permanente da 2,6 m (Wall Connector Gen. 2) e 7,3 m (Wall Connector Gen. 3) e il LED, ogni modello Tesla può essere comodamente ricaricato. La wall box è dotata di una presa di tipo 2 ed è quindi adatta anche per altri produttori. Lo sportello di ricarica della tua Tesla può essere aperto facilmente con il pulsante integrato nell'impugnatura di ricarica. Inoltre, il Wall Connector Gen. 3 è dotato di WLAN. Questo da un lato ha il vantaggio che gli aggiornamenti del firmware vengono caricati automaticamente per migliorare l'esperienza dell'utente e introdurre nuove funzioni, dall'altro che è possibile connettersi al Wall Connector Gen.3 tramite telefono cellulare o computer. Nel Wall Connector (Gen. 3) è installato un interruttore differenziale (RCD) di tipo A + DC 6 mA. Il vantaggio di questa protezione è che i GFCI di tipo B non sono necessari durante l'installazione di unità Wall Connector Gen3. Con il Wall Connector (Gen. 3), l'app può essere utilizzata per impostare se la ricarica è consentita solo ai veicoli Tesla o di altre marche.

Cosa manca al connettore?

Inizieremo con lo svantaggio più importante dal nostro punto di vista. Il Wall Connector Gen. 2) non ha restrizioni di accesso. Dal punto di vista della sicurezza, quindi, è possibile che qualsiasi estraneo carichi la propria auto elettrica con te se il connettore non è sicuro in un garage. Quindi, se possiedi un posto auto coperto liberamente accessibile o desideri utilizzare più connettori per una flotta (es. parcheggio aziendale), devi correre il rischio di ricariche indesiderate da parte di estranei. In tema di sicurezza, va inoltre ricordato che il Wall Connector (Gen. 2) non ha una protezione da sovratensione CC integrata. Qui ci riferiamo alla nuova generazione 3, che ha un interruttore differenziale integrato, ad esempio. Inoltre, il Wall Connector (Gen. 2) non può conservare alcuna statistica e salva i log di caricamento. A posteriori, ad esempio, non è possibile distinguere tra diversi processi di ricarica, auto elettriche e orari. In questo contesto va anche ricordato che qui non è servito chi volesse integrare un sistema di fatturazione per documentare i costi dell'energia elettrica dell'auto aziendale. Il Wall Connector (Gen. 2) costa € 399 in Germania, il Wall Connector (Gen. 3) costa € 539 in Germania. Ognuno deve decidere da solo se questa opzione di ricarica minimalista è sufficiente per la casa. Tuttavia, offriamo buone alternative al connettore nel nostro Negozio.

4. Come faccio a caricare la mia Tesla in movimento?

Ora arriviamo a un'opzione di ricarica che è un argomento chiave per i conducenti di Tesla. La rete Supercharger è compatibile con i modelli Tesla in Germania e viene costantemente ampliata, quindi non devi preoccuparti di rimanere bloccato nei viaggi su strada o nei viaggi più lunghi. Nei Paesi Bassi, la rete Supercharger è già stata approvata per i prodotti di terze parti. Tuttavia, il prezzo per kW è stato aumentato in modo significativo rispetto al prezzo per i conducenti di Tesla. Partiamo dal presupposto che in futuro Tesla aprirà i suoi compressori anche a prodotti di terze parti in altri paesi. Ad esempio, le capacità di ricarica fino a 250 kW non sono un problema per la Model 3. Il processo plug and charge, in cui il SuperCharger comunica direttamente con l'auto elettrica e fattura la carta di credito memorizzata, rende il processo di ricarica molto più semplice.I costi per la sovralimentazione sono relativamente bassi (attualmente 0,45 €/kWh per i conducenti Tesla a partire dal 02/2022).Al momento ci sono due varianti di compressori. Sono indicati come V2 e V3. L'unica differenza è che i Supercharger V3 hanno un solo cavo di ricarica CCS installato e con il V2 puoi scegliere tra CCS e Tipo 2. Tuttavia, entrambe le spine possono essere ricaricate rapidamente. Tutte le posizioni dei compressori sono memorizzate nel sistema di navigazione Tesla. Nei viaggi a lunga distanza, la Tesla ti guida direttamente lì e precondiziona la batteria di conseguenza. La maggior parte delle sedi dei compressori dispone anche di altri caricabatterie rapidi di altri fornitori, ad esempio di ENBW, Fastnet, Allego o IONITY. Con questi caricabatterie rapidi è necessaria una scheda di ricarica o un'app per attivare la stazione di ricarica. Il plug and charge è attualmente possibile solo per una piccola selezione di auto elettriche. I costi sono generalmente significativamente più alti rispetto a Tesla. In linea di principio, non c'è nulla da dire contro la ricarica rapida. Tuttavia, si dovrebbe cercare di ottenere un buon equilibrio tra la ricarica CA e CC. Con la ricarica rapida, la batteria si riscalda molto rapidamente ed è esposta a temperature elevate. Tuttavia, alle batterie ricaricabili non piace molto quando sono esposte a correnti elevate durante la carica o la scarica e allo stesso tempo prevalgono temperature molto fredde o elevate. Il sistema di gestione della batteria garantisce che la temperatura sia mantenuta entro un determinato intervallo durante la carica e che la batteria venga caricata il più delicatamente possibile, ma questo è sempre solo un compromesso tra velocità di carica e danni. Inoltre, la capacità della batteria si riduce più rapidamente con frequenti ricariche rapide.

In viaggio, tuttavia, desideri ricaricare anche al di fuori della rete Supercharger. Offriamo il perfetto compagno di tutti i giorni con il Juice Booster in un'ampia varietà di varianti di set. Puoi caricare fino a 22kW e ci sono tutti i tipi di adattatori, con i quali puoi caricare in modo flessibile ovunque. Inoltre, il Juice Booster è impermeabile e può essere calpestato con un carico sulla ruota fino a 3 tonnellate, il che lo rende molto pratico in ogni situazione.